Casa Del Giovane Lavoratore Bilancio Apostolico

 Introduzione

La struttura è inquadrata come Casa religiosa di accoglienza, ma il suo spirito è quello di fornire un servizio di alloggio
•    a chi ne ha più bisogno nello spirito del fondatore della proprietà Don Luigi Orione,
•    nella sostenibilità economica.
Una Casa per Ferie in una proprietà carismatica Orionina o produce utile al fine di sostenere le Opere di Carità o deve essere lei stessa opera di Carità. Anche la Carità deve poter essere “misurata” . Questo è lo strumento di Verifica dello spirito di Carità della CDGL

I criteri di accoglienza
La direzione non è in grado di sfruttare le tecnologie a disposizione per “filtrare” e “selezionare” gli ospiti che arrivano pertanto utilizza il vecchio criterio frutto dell’esperienza e della memoria di chi mi ha preceduto: “Ave Maria e avanti !”

Il micro credito

Ci si trova spesso a dover fare una sorta di “micro credito” per consentire, soprattutto a chi giunge per cogliere una opportunità di lavoro, di incassare il “primo stipendio” per potersi pagare la camera dove soggiornare …
Il pagamento della retta è anticipato, quindi da onorare entro la fine del mese che precede il servizio.

Regole e deroghe  

L’attività di discernimento dell’ospite è aggravata dal far collimare le parole  “…la legge è fatta per l’uomo e non l’uomo per la legge …” pertanto la disposizione: “… la casa è rivolta ai giovani fino ai 35 anni …” mi trova sempre costretto a gestire le eccezioni (non a modificare la disposizione) per accogliere i … “fuori quota”

Visibilità ed integrazione

Un altro obiettivo della CDGL è la sua visibilità. Non per vanagloria, ma per far sapere che l’Opera Don Orione offre questa attività di servizio e se qualcuno ne volesse beneficiare sarebbe triste non poterlo fare per mancata conoscenza.

I doni della provvidenza

Inutile dire che la scuola di don Orione non porta al semplice offrire servizi ma attraverso i servizi formare e parlare al cuore della relazione stabilita.
L’ufficio della CDGL, quando aperto, ha sempre una luce di cortesia accesa perché ogni ospite sa che se ha un problema, una gioia, un dolore, c’è qualcuno che lo ascolta, condivide, gli offre una caramella o un bicchierino di grappa ….

Dati inerenti il “Bilancio Sociale”

I criteri di accoglienza
Nell’esercizio 2016-17 la Struttura ha dato fiducia a:
.

Il micro credito
Nell’esercizio 2016-17 si è registrato
Il totale dell’insoluto è pari a 7.766€, in aumento rispetto all’anno precedente

Regole e deroghe
Nell’esercizio 2016-17 ha concesso alloggio ad adulti superiori ai 35 che si trovavano nelle condizioni di essere
.

  • Insegnanti ed operatori scolastici che da anni vivono con incarichi di precariato scolastico che si rinnovano anno su anno
  • Lavoratori ordinari o liberi professionisti che per perdita di lavoro o meno vengono abbandonati dalla consorte e non si possono permettere una soluzione abitativa “normale”
  • Lavoratori ultra quarantenni che per mancanza di lavoro nei loro posti di origine giungono a Milano in cerca di lavoro lasciando moglie e figli anche piccoli nel paese di origine
  • Persone anziane sfrattate per morosità in attesa di “casa popolare” che senza risorse economiche ma con una micro pensione possono permettersi qualcosa di più del dormitorio comunale

Visibilità ed integrazione
Le azioni di “marketing” della CDGL non si sono orientate verso la realizzazione di siti o portali più o meno commerciali, quanto cercando contatti e relazioni con le realtà ecclesiali e socio assistenziali del territorio. Pertanto si sono strette collaborazioni con:.

  • I servizi di indirizzamento alloggi delle realtà penitenziarie
    •    San Vittore
    •    Bollate
    •    Opera
  • Associazioni che accompagnano i minorenni stranieri o provenienti da limitazione di libertà alla maggiore età quali:
    •    Coop La Scala, coop Enzo Jannacci
    •    Coop Arca, Farsi prossimo
    •    Coop Sociale
    •    Arimo
  • Centri di ascolto  di parrocchie e realtà limitrofe come
    •    Barona
    •    Parrocchia Di S Maria Ausiliatrice
  • Grandi reti di sussidio che incontrano bisognosi che hanno un minimo reddito che li possano elevare dalla realtà del dormitorio
    •    Mensa Ruben
    •    Dormitorio Saponaro
  • Servizi sociali dei comuni limitrofi:
    •    Milano
    •    Monza
    •    Saronno

La tensione della CDGL non è solo orientata verso la visibilità  all’esterno ma anche verso i “Vicini di Casa”: Il PCDO e la Parrocchia San Benedetto.
A questo scopo si sono definite

Infine, ma non meno importante, la CDGL partecipa in maniera attiva alle richieste di emergenza della Chiesa e della congregazione quali

  • Accordi di collaborazione tra i disabili operativi del PCDO che collaborano con le operazioni di decoro della struttura con tre Signore che
    •    Si occupano della pulizia delle parti esterne comuni
    •    Si occupano della manutenzione delle piante verdi
    •    Si prendono cura della pulizia e gestione della cappella

  • Gli ospiti giovani partecipano alle iniziative pastorali della parrocchia quali
    •    Incontri di preghiera
    •    Incontri formativi

  • Prendersi cura dei profughi inviati dal Ministero della Difesa: a questo proposito la CDGL ha donato, in comodato d’uso gratuito un’ intera camera a quattro letti con i relativi servizi di casa, alla cooperativa “Farsi Prossimo” che a nome della diocesi si occupa delle fasi di riconoscimento di rifugiati politici e di inserimento nel tessuto sociale di detti profughi 
  • Prendersi cura a titolo gratuito di un ospite che la congregazione ritiene prioritario
  • L’operazione porta all’opera un mancato fatturato di 11.440 €uro
    Tenuto presente che i servizi offerti sono tutti inclusi si può affermare con Veridicità che detto servizio toglie
    11.000€ di utile alla struttura

Diagrammi esemplificativi